Esercizi di Fotografia a Tema: Il cibo

Esercizi di Fotografia a Tema: Il cibo

Gli esercizi di fotografia assegnati durante i corsi hanno l’obbiettivo di spingere gli allievi a sforzarsi di sviluppare la percezione e saper vedere, nonché riconoscere quelle particolarità del mondo che ci circonda, che quotidianamente sono sotto i nostri occhi e spontaneamente descrivono la nostra vita. Scegliere di realizzare una determinata fotografia, significa raccontare quel piccolo momento di realtà che ci appartiene e che ci identifica.

Fotografie di Emiliano Cianfanelli, Roberto Naviglio e Andrea Scredi.

Tema dell’esercizio assegnato: il Cibo

Come descritto nel modulo di descrizione di ogni corso, è per me fondamentale imparare ad osservare, mentre si segue il normale percorso di approfondimento tecnico. Agli allievi dei corsi, ai diversi livelli, al termine di ogni lezione viene assegnato un compito da svolgere che solitamente consiste nel realizzare un’immagine che comunichi qualcosa legato ad un tema assegnato.Il tema dell’ultima lezione è: “il cibo”. Il tema era di accezione assolutamente ampia, poiché è bello e costruttivo lasciare il più ampio spazio creativo personale. E direi che i risultati si sono presto presentati.

Mi fa piacere mostrare qualche scatto dei miei cari ragazzi e dedicarci su un paio di parole a titolo di commento. Se seguite nella lettura, noterete che le immagini quasi si commentano da sole e mi fa davvero piacere notare una così importante dedizione.

Ok, Pronti? Via, ecco il primo scatto.

La tazzina di caffè

Finita la prima settimana del corso tiriamo qualche sommetta, su quanto svolto. Ed ecco che il buon Andrea, allievo del corso base di fotografia, ci presenta questo scatto dedicato al momento delicato, forse quasi introspettivo, che si vive nel ricevere la nostra prima colazione. Molti sono abituati a bere latte, corn flakes e/o biscotti… ma altri ad un buon caffè all’italiana: espresso e spesso anche un tantinello ristretto.

Esercizio Fotografico a Tema: Il Cibo - Una tazzina di caffè

Esercizio Fotografico a Tema: Il Cibo – Una tazzina di caffè

Vuoi che accanto a un buon caffè non accostiamo anche qualche sana ciambellina al vino fatta in casa? Ecco si, il gioco è presto fatto… ma quanti di noi scelgono di immortalare questo momento come un attimo della propria vita, o una rappresentazione della tradizione quasi esclusivamente italiana?

Ok, Andrea lo ha fatto e ci ha messo anche molto del suo! Infatti, la bravura di Andrea non è stata solo quella di scegliere e catturare l’attimo, ma anche quello di rappresentarlo con opportuni toni caldi. L’aura di color giallo, restituisce infatti quel calore tipico di una mattina passata in famiglia, aspettando il momento giusto per abbandonare quel porto sicuro della nostra casa e dedicarci alla nostra quotidianità lavorativa e sociale. Bravo Andrea, scatto ben realizzato!

Un pranzo in compagnia

Roberto è un allievo del corso intermedio di fotografica, che mi fa piacere considerare abbastanza  scafato nella realizzazione di immagini che rappresentano il nostro quotidiano. La sua è già una predisposizione di base verso il reportage quotidiano e la street photography (ho avuto modo di vedere diversi suoi scatti in merito). Roberto, nel realizzare l’esercizio sul tema “cibo”, ci presenta quello che noi dei paesi sviluppati amiamo svolgere nelle nostre pause in cui appunto si mangia. Cioè il momento conviviale che spesso accompagna la nostra esigenza di alimentarci.

Esercizio Fotografico a Tema: Il Cibo - Un pranzo in compagnia

Esercizio Fotografico a Tema: Il Cibo – Un pranzo in compagnia

In particolare Roberto è stato bravo nel cogliere questo momento di assoluta delicatezza ed intimità tra queste due amiche, che in un giorno qualsiasi hanno scelto di passare un po’ di tempo insieme, con un fugace pasto di mezza giornata.

La bellezza di questo scatto è data dall’equilibrio degli elementi rappresentati. La struttura di contorno, di tono quasi monocromatico, dalla bicicletta in primo piano a far da quinta ed a restituire quell’emozione di fugacità del momento, tipico del nostro vivere cittadino. Tocco magico è dato soprattutto da quel tono di colore, l’unico, che invece avvolge le due donne e la lista delle pietanze pronte sulla lavagnetta. Il rigore dell’inquadratura rilassa lo sguardo che finisce per concentrarsi sui due soggetti rappresentati.

Bravo Roberto, scatto molto interessante.

Cibo come comunione

Tenero, profondo e significativo è lo scatto di Emiliano, allievo del corso avanzato. Un contatto tra due mani, un tozzo di pane che viene passato… evoca tante, tante sensazioni, non ultime quelle di livello forse anche quasi religioso!

Esercizio Fotografico a Tema: Il Cibo come comunione

Esercizio Fotografico a Tema: Il Cibo come comunione

Il momento in cui si sta insieme e si mangia è un momento in cui si mettono in comune tanti elementi umani. A chi di noi non piace scambiare due chiacchiere mentre si sta a tavola con la famiglia, con la propria consorte o con i propri amici. Nello stare insieme si mette in condivisione molto di più del semplice cibo, si mettono in comune i nostri credo, i nostri valori, le nostre tradizioni…

La bravura di Emiliano nello svolgimento di questo esercizio è stato sopratutto quella di rappresentare il calore del gesto sfruttando la luce calda e delicata. Una luce tenue, un po’ come il gesto stesso. Gesto che quasi rappresenta un atto di coraggio, che ampio servirebbe per far fronte alle difficoltà che viviamo al tempo di oggi, difficoltà di scegliere di occuparci del nostro prossimo.

Bene, Emiliano, ottima scelta e grande rappresentazione!

Conclusioni

Per riassumere un po’ l’idea complessiva dello scopo degli esercizi, ma ancor più per il rispetto della fotografia come forma d’arte, desidero affermare con vigore che il risultato di uno scatto rappresentativo ed evocativo non sta nell’essere bravi a giostrarsela tra ISO, tempi e diaframmi, ma soprattutto, se non esclusivamente, nell’imparare ad osservare. La bravura sta, ad onor del vero, ancor più a monte, sta nell’essere decisi a sviluppare una adeguata sensibilità d’animo verso ciò che ci circonda, verso ciò che ci rappresenta e ci comunica di noi.

Pertanto, per essere buoni fotografi, iniziamo dall’essere dei bravi osservatori, non con gli occhi o non solo con gli occhi, ma soprattuto con la propria sensibilità.

Un saluto e ci rivediamo al prossimo post!

 

Oppure iscriviti alla newsletter e ti informerò sulle nuove attività didattiche!

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi